Rifinanziamento incentivi: giorni caldissimi

di Paolo Scudieri, presidente di Anfia

Proseguendo la tendenza dei tre mesi precedenti, anche il risultato positivo del  mercato di giugno 2021 deriva in realtà dal confronto con un giugno 2020 ancora in calo a doppia cifra (-23,1%). Allo stesso  modo, la crescita del primo semestre dell’anno in corso (+51,4%) è da imputarsi al raffronto con i bassi volumi di gennaio-giugno 2020, periodo che, a eccezione dei mesi  di gennaio e febbraio, aveva fortemente risentito delle misure restrittive di contrasto alla pandemia, nonché della crisi economia e del clima di incertezza che ne erano  scaturiti, rallentando la ripresa delle vendite anche dopo la fine del lockdown durato  ben 41 giorni.

Per ritornare a livelli di mercato fisiologici per un Paese come il nostro, resta quindi prioritario continuare a sostenere la domanda domestica, a partire dal rifinanziamento degli incentivi all’acquisto per la fascia 61-135 g/km di CO2, esauriti troppo presto per  poter innescare una reale ripresa del settore. I dati parlano da soli: confrontando i  primi due mesi del 2021, con gli incentivi in vigore, e il primo bimestre dello scorso  anno, non ancora intaccato dagli effetti della pandemia, si stimano volumi addizionali  di vendita di autovetture a basse emissioni pari a 40.000 unità, vale a dire il 28% in più, che significano anche una decisa spinta al rinnovo del parco circolante più anziano e  inquinante e un indispensabile sostegno alle imprese della filiera produttiva, ancora  toccate da un ampio ricorso alla cassa integrazione.

Il rifinanziamento degli incentivi per l’anno corrente deve avvenire con una dotazione adeguata e non effimera e a fronte di rottamazione per replicare e rafforzare gli  effetti positivi già sperimentati, anche grazie al forte gradimento riscontrato presso i  consumatori. Lo stesso discorso vale per il rinnovo degli incentivi destinati all’acquisto di veicoli commerciali leggeri di ultima generazione in sostituzione di quelli più  anziani, a favore di un cambio di paradigma della logistica urbana verso standard di  sempre maggiore efficienza e sostenibilità.

Come ribadito anche dal ministro Giorgetti in occasione del recente Tavolo automotive, si auspica che l’emendamento sul rifinanziamento della misura per l’intero 2021  presentato in sede di conversione in legge del DL Sostegni Bis, in discussione in questi  giorni presso la Commissione Bilancio della Camera, possa essere approvato dal  Parlamento.

Like us on Facebook! Follow us on Twitter! Watch our Video! Follow us on Instagram!