La “scatola nera” per i diesel è la follia della nostra epoca

di Carlo Monguzzi*

La risposta della Regione Lombardia all’emergenza climatica è libertà di inquinare. Emergenza climatica e smog che ammala e uccide le persone sono argomenti da trattare solo ed esclusivamente nei convegni. Quando si tratta di provvedimenti viene praticato l’esatto contrario.

I diesel vanno messi al bando perché sono i responsabili della maggior parte dello smog. Permettere alle auto più inquinanti di poter circolare per migliaia di chilometri, ma anche per centinaia non cambia, vuol dire vanificare ogni provvedimento.

Ogni deroga, e quest’ultima della Regione Lombardia, è oltre la follia, è un ulteriore tubo di gas sparato contro la salute dei cittadini.

L’unica strada efficace è eliminare le fonti di inquinamento e aiutare le persone in difficoltà economica a cambiare auto o addirittura a passare al mezzo pubblico. Dire, come sostiene la Regione, che bisogna eliminare lo smog consentendo però la mobilità è come dire che bisogna dimagrire mangiando però a sazietà: il problema è che bisogna cambiare il tipo di mobilità.

Sarà un disastro in tutta la Lombardia per 1.300.000 veicoli, un grosso danno per i cittadini, un orribile esempio per l’Italia e per l’Europa.

So che il Comune di Milano terrà duro, ma anche Area B rischia di essere inefficace per le troppe deroghe fin qui concesse. Ma con questo rebelotto intorno sarà anche per noi tutto più complicato. Forse trent’anni fa si poteva parlare di gradualità e riformismo nella lotta allo smog, ora è troppo tardi: o si fanno le cose per bene o si fanno cose inutili.

*Presidente della Commissione Mobilità del Comune di Milano

Like us on Facebook! Follow us on Twitter! Watch our Video! Follow us on Google+! Follow us on Instagram!