E ora il governo metta in atto le promesse

di Michele Crisci*

Nello scenario attuale del mercato, Unrae ha accolto con grande interesse le recenti dichiarazioni del vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sull’impegno del Governo a operare già nella manovra finanziaria del prossimo autunno per portare al 100% la detraibilità dell’Iva sulle auto aziendali.

Ci auguriamo che il Governo possa finalmente porre l’attenzione dovuta a un settore nevralgico per il sistema economico del nostro Paese, attivandosi con interventi sulla fiscalità delle auto aziendali, tema sul quale la nostra associazione si batte da molti anni.

Riteniamo che la revisione della fiscalità sia una delle leve strategiche per lo sviluppo e il rilancio delle imprese italiane, aumentandone la competitività anche nei confronti di quelle straniere che, non solo beneficiano di una detraibilità totale dell’Iva sulle auto aziendali, ma anche di maggiori deducibilità.

Misure del genere potrebbero rappresentare un volàno per incentivare le imprese ad aumentare gli investimenti e di conseguenza anche uno strumento per accelerare il rinnovo del parco circolante, che al momento presenta tassi di sostituzione assolutamente insufficienti.

Una manovra in tal senso potrebbe portare volumi incrementali stimati nell’ordine delle 100.000 unità, con ritorni benèfici per l’Erario in termini di maggior gettito IVA e IPT, da noi calcolati in circa 450 milioni di euro l’anno, rendendo non necessaria una copertura finanziaria, per non parlare degli effetti positivi su ambiente e sicurezza della circolazione.

*Presidente di Unrae

Like us on Facebook! Follow us on Twitter! Watch our Video! Follow us on Google+! Follow us on Instagram!